Pratico e insegno yoga da molti anni e, come tanti appassionati, sento l’esigenza di vivere periodicamente l’esperienza del ritiro in un ashram nella patria di questa disciplina, l’India.
Il termine ‘ashrama‘, da cui deriva ashram, vuol dire ‘luogo del riposo’, e la radice del termine ‘srama’ viene tradotta con ‘esercitare sé stessi’. Quindi il posto ideale dove allontanarsi dalle distrazioni e dallo stress del mondo e concentrarsi sul proprio io.
Situati in ambienti sereni immersi nella natura, sono luoghi perfetti per la meditazione, l’introspezione e la pratica dello yoga, sotto la guida di Maestri, per vivere giornate semplici e disciplinate in comunità.
È chiaro che i colori e i profumi dell’India rendono questa esperienza particolarmente immersiva e coinvolgente, ma ho scoperto, però, che per ritagliarsi del tempo e trovare uno spazio tutto per sé non è necessario recarsi così lontano. Il fascino dell’Ashram si può rivivere in luoghi più vicini e più facili da raggiungere, che diventano, così, alla portata di tutti.
Per questo ho creato il mio piccolo angolo di paradiso in Valle d’Itria, ristrutturando alcuni trulli, abitazioni caratteristiche e antiche, che racchiudono il fascino del tempo e delle tradizioni.
Immersi nella campagna pugliese, a pochi passi dal mare, il tetto a forma di cono, che sembra idealmente rappresentare l’aspirazione di elevare l’anima al cielo, i trulli hanno una storia bizzarra si dice siano nati per essere velocemente disfatti e poi ricostruiti, così da aggirare una legge che impediva la nascita di nuovi paesi.
In questa precarietà è la storia della nostra vita, costellata di eventi che ci costringono, a volte, a cadere per poi risorgere più forti.
E allora, quale luogo migliore per ritrovare noi stessi?
I miei trulli sono uno spazio creato con cura, nel rispetto della semplicità degli ambienti originari.
Mura spesse e fresche, piccole finestre, semplicità essenziale negli arredi, profumo di aromi e salmastro, odore di incenso e fiori.
Solo sei posti, per godere appieno della convivialità e della condivisione. Un’opportunità per essere guidati con attenzione alle esigenze di ognuno. Ci sono due possibilità di soggiorno al trullo: potete scegliere fra un ritiro yoga o una vacanza e yoga. In entrambi i casi si potranno trascorrere giorni tranquilli e corroboranti.
Il ritiro yoga è dedicato a chi vuole estraniarsi completamente dalla quotidianità, godendo del silenzio e della quiete circostante. Non è necessario partecipare alla vita sociale, si può scegliere di fare lunghe camminate silenziose, di dedicarsi alla meditazione, di disintossicarsi dal wifi ma anche gustando cibi semplici e salutari!
La giornata, per i mattinieri, comincia all’alba rigenerandosi alla vista del sorgere del sole sul mare e respirando aria pura. Poi, sotto la mia guida, vi insegnerò i segreti dello yoga ormonale o dell’hatha yoga, per ritrovare l’equilibrio fisiologico del vostro corpo, e le tecniche di respirazione  anti stress, per riconciliarvi con il vostro io. Movimenti lenti e coordinati, per i quali non è necessario essere già esperti. I neofiti avranno tempo e modo di sperimentare e imparare, perché lo yoga è inclusivo e adatto a tutti. I brunch, dopo la pratica del mattino, saranno ricchi di piatti vegetariani preparati secondo le ricette indiane che si mescoleranno al sapore delle mozzarelle e delle mille saporite verdure di stagione e ci daranno energia per una piacevole passeggiata meditativa e silenziosa fra gli ulivi o per trascorrere alcune ore al fresco sotto un albero, con un buon libro. Al tramonto, le ombre della sera saranno lo sfondo per la seconda sessione di pratica e meditazione, prima di preparare la cena.
Il ritiro nel trullo concilia la metodica con la libertà, rispettando i nostri spazi e i nostri desideri. A cena un’ esultanza di sapori rallegreranno palato e spirito prima di godersi il panorama della notte stellata che sarà il palcoscenico delle confidenze. La condivisione è un aspetto importante in ogni ritiro yoga, anche nella nostra forma meno convenzionale. Le esperienze vissute raccontano qualcosa di noi, consentono di confrontarci, di consolarci, di trarre forza per il futuro.
Il ritiro yoga al trullo è un evento speciale, potrete tornare a casa rigenerati e riposati e, magari cominciare l’esperienza da sconosciuti e lasciarsi da amici. Perché le passioni comuni sono il primo passo per conoscersi.
Per i più ardimentosi, la vacanza e yoga permette di conciliare la pratica yoga con lo svago con gli amici o famigliari: ripetere la sequenza di asana e gli esercizi di respirazione al mattino, dedicando il resto del tempo a ogni genere di esperienza. Il vicino maneggio permette di percorrere sentieri e tratturi a cavallo, le bellissime spiagge sono facilmente raggiungibili in auto e, per gli amanti del turismo culturale, la Valle d’Itria e le città vicine offrono il meglio che si possa desiderare. Una esultanza di sapori rallegreranno palato e spirito prima di rientrare al trullo per godersi il panorama della notte stellata tra i pinnacoli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi