“Ho provato lo Yoga Ormonale e ho detto addio ad ansia e stress”

“Questo tipo di yoga è anche una terapia, una scelta di vita, si cambia e bisogna cambiare anche le abitudini”.

È ideale per le donne che hanno superato i 35 anni, perché garantisce un bilanciamento ormonale generale e previene i futuri fastidi legati all’arrivo della menopausa, ma la sua pratica fa benissimo anche agli uomini e alle giovanissime. “Sì, alle ragazze lo Yoga Ormonale viene consigliato come una specie di pronto soccorso, qualora compaiano sintomi di scompensi ormonali. In genere bastano dai due ai quattro mesi perché l’organismo ritrovi l’armonia e i disturbi scompaiano. È stato, infatti, rilevato, da studi clinici condotti in Brasile, che in questo arco di tempo gli estrogeni e il progesterone possono tornare ai loro livelli normali”, ci spiega Carla Nataloni che ha portato in Italia questa pratica. L’abbiamo incontrata alla vigilia dello YogaFestival Milano che si tiene dal 19 al 21 ottobre 2018 presso il Palazzo del Ghiaccio.

Cos’è lo yoga ormonale, perché si chiama così?

La Hormone Yoga Therapy (HYT), conosciuta in italiano come Yoga Ormonale, è una tecnica messa a punto da Dinah Rodrigues, psicologa brasiliana specializzata in yoga terapeutico, che include una serie di asana mirate a riequilibrare i livelli ormonali. Dinah racconta di sé e della sua mission che galeotto fu un incontro con il suo medico, avvenuto negli anni 90. In quella circostanza il dottore si disse davvero ammirato dal suo incredibile stato di salute e questo la convinse a condividere il suo benessere e il sapere e le tecniche che le avevano permesso – e che tuttora le permettono – di mantenersi tanto in forma. Questo progetto di condivisione è partito da un intento preciso di Dinah: “Voglio aiutare le donne a ritrovare il loro equilibrio ormonale”, in seguito ha pensato una pratica anche per uomini.

Come ci sei arrivata?

Ho frequentato una lezione di Yoga Ormonale a Parigi tre anni fa. Ho intuito che questa pratica poteva essermi di aiuto in quella fase delicata di cambiamento che si chiama menopausa e forse lo sarebbe stata anche precedentemente durante il mio periodo di non fertilità. Dopo varie ricerche, finalmente ho incontrato chi ha creato l’Hormone Yoga Therapy, Dinah Rodrigues che mi ha colpita per la sua vitalità e soprattutto capacità di trasmettere la sua tecnica in maniera semplice ed efficace. L’ho seguita nel suo tour europeo di formazione per insegnanti, conseguendo la certificazione per insegnare la pratica di terapia di Yoga Ormonale per le donne, per gli uomini e per i soggetti diabetici.

Come si struttura la lezione?

Lo Yoga Ormonale è una sequenza dinamica, una combinazione di Hatha Yoga, Kundalini Yoga e tecniche di visualizzazione tibetane.

Per chi è pensato?

Dinah ha creato inizialmente la pratica per le donne per poi estenderla agli uomini e anche a soggetti diabetici o a rischio diabete. Ho intervistato Dinah che afferma che nelle donne, la HYT riattiva l’ipofisi, la tiroide e le ovaie, cosicché la produzione ormonale aumenta. In caso di donne in menopausa o pre-menopausa, spariscono sintomi come la caduta dei capelli, le vampate di calore, l’insonnia o l’irritabilità e tutto il metabolismo ne esce riattivato, provocando una sensazione di ringiovanimento.

Una pratica solo per donne?

No, negli uomini, lo Yoga Ormonale riduce lo stress e riattiva la produzione di testosterone a livello dei testicoli e delle ghiandole surrenali, eliminando i sintomi di insufficienza ormonale. Questa yoga-terapia stimola l’ipofisi, la tiroide, le ghiandole surrenali, i testicoli e l’intero metabolismo.

Yoga ormonale e glicemia…

Anche nei soggetti diabetici la HYT riattiva il pancreas, la tiroide, l’ipofisi, il fegato e altri organi, stimolando così la produzione di insulina necessaria a ridurre i livelli di zuccheri nel sangue. Anche in questo caso esiste un effetto psicologico e gli esercizi anti-stress aiutano molto perché lo stress è dannoso e fa aumentare il livello glicemico. La HYT riduce l’intensità di alcune conseguenze del diabete, come la cattiva circolazione, la lentezza di guarigione, le disfunzioni renali, la diminuzione di forza e vitalità. Lavorando sugli ormoni, la pratica non è indicata durante la gravidanza o in caso di miomi di grandi dimensioni, endometriosi grave, osteoporosi grave e altre patologie gravi. È anche da evitare se si sono subite operazioni all’addome o in caso di dolori addominali non identificati.

Con che frequenza andrebbe praticato?

La sequenza di soli 30 minuti, una volta appresa (consiglio di partecipare almeno a due giornate di corso) si pratica in autonomia, tre o quattro volte la settimana e già dopo la prima settimana è possibile avvertirne i benefici. Naturalmente “più pratica, più risultati.

Dove si può praticare?

Da due anni insegno le tecniche di HYT per la donna, per il diabete, per lo stress e gli ormoni maschili a Lecce, Matera, Milano, Napoli, Pisa, Ravenna, Roma, Vicenza (per info carlanataloni.com, ndr). Lezioni individuali e di gruppo anche in azienda. Ai corsi partecipano molte donne dandomi conferma dell’efficacia. Ultimamente anche la partecipazione maschile è aumentata. Quest’anno avrò l’opportunità di presentare allo YogaFestival Milano, dove ci sono sempre tante novità, oltre alla masterclass di

Hormone Yoga Therapy per la salute delle donne (domenica 21 ottobre, 16:45 – 18:15, contributo 20 euro), anche la lezione di introduzione di Hormone Yoga Therapy per lo stress e gli ormoni maschili(domenica 21 ottobre, 15:15 – 16:15, contributo 15 euro): uomini, basta stress! Di questo sono molto orgogliosa!

Nello Yoga Ormonale quale asana è più indicata per iniziare?

A mio parere Savasana, la posizione del cadavere. Nello yoga si dice che Savasana sia la posizione più difficile perché non bisogna fare niente, lasciare andare… la testa, le tensioni.

Quali asana sono più efficaci per riequilibrare squilibri ormonali?

Non ci sono asana più efficaci e asana meno efficaci. È l’intera sequenza di Yoga Ormonale che agisce sulle diverse ghiandole. Per ridurre lo stress, che è causa di un abbassamento del livello ormonale, a livello fisico consiglio il gatto seduto, a livello mentale l’esercizio di respirazione calmante. Il gatto seduto: sedersi con la schiena eretta, allungare il collo e inarcare in avanti e indietro la spina dorsale. Non superare i propri limiti. Ripetere tre volte. Questa posizione serve per riattivare le ghiandole surrenali, i reni, il timo e il pancreas. Esercizio di respirazione calmante, molto facile e molto efficace: seduti con la schiena eretta, viso e braccia rilassate, le mani sulle ginocchia o sulle cosce con l’indice alla base del pollice, inspirare contando 1, 2, 3, espirare contando 1, 2, 3, 4, 5, 6. Ripetere almeno cinque volte.

A livello olistico, che consigli daresti a una donna che è, o sta entrando, in menopausa o ha disturbi ormonali?

Trovare il tempo da dedicare alla propria pratica. Lo Yoga Ormonale non è solo una pratica ma anche una terapia, comprende anche una scelta di vita, si cambia e bisogna cambiare anche le abitudini. Nel libro di Dinah, Rodrigues Hormone Yoga Therapy sono descritti nel dettaglio consigli sull’alimentazione, sui disturbi emozionali, stress, insonnia, depressione e non solo.

Fonte: Marie Claire
https://www.marieclaire.com/it/benessere/wellness-fitness/a23854114/yoga-ormonale
Di: Vanessa Petrilli

 

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi