Yoga Ormonale per donne

Lo yoga ormonale è l’antagonista dello stress.

A trarre beneficio dalla pratica dello yoga ormonale sono tutte le donne che per ragioni fisiologiche o di esaurimento e affaticamento, in stato di pre- e post- menopausa, hanno bisogno di ritrovare il proprio equilibrio ormonale.
Poiché risveglia la funzionalità delle ghiandole (tiroide, ovaie e ipofisi), questa tecnica è consigliata per combattere l’infertilità, le cisti ovariche, la sindrome premestruale, gli squilibri della tiroide, e inoltre previene le malattie causate da un basso livello ormonale, come l’osteoporosi o i problemi cardiovascolari.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Video intervista di Tarsillo Nataloni a Dinah Rodrigues

Yoga per gli ormoni maschili

Inizialmente creato per le donne, lo Yoga Ormonale è stato in seguito ripensato anche per gli uomini. In questo caso la tecnica è stata rimodulata sulla fisiologia dell’uomo e l’obiettivo di questa pratica dedicata alla sfera maschile è riattivare la produzione ormonale ed eliminare tutti i sintomi dovuti a un basso livello di testosterone (stanchezza, diminuzione della libido, disfunzioni erettili e via dicendo).

Indicata per imparare a gestire lo stress attraverso esercizi rilassanti basati sulla concentrazione e sulla respirazione (pranayama), e anche per attenuare e persino eliminare gli effetti dell’andropausa.

Yoga Ormonale per diabetici

Dinah ha creato una sequenza di Yoga Ormonale per chi è affetto da diabete, una combinazione di posizioni yoga, respirazione, esercizi energetici e yoga nidra. Tutte le asana sono accompagnate da pranayama specifici per massaggiare le ghiandole surrenali, il pancreas, la milza e il fegato. Grazie a tali stimolazioni è possibile agire sul processo glicemico e migliorarlo. Gli esercizi di yoga per il diabete non sono difficili da fare e possono essere praticati da adulti e bambini con diabete di tipo 1 o 2. Anche lo yoga ormonale per il diabete è una tecnica olistica che oltre a riattivare la produzione di insulina agisce su tutto il corpo, soprattutto sui reni, la vista, ipertensione, problemi sessuali.

Domande frequenti

Quali sono, in breve, le origini dello yoga ormonale?

La terapia dello yoga ormonale, HYT, è stata ideata 30 anni fa dalla psicologa e insegnante di yoga brasiliana Dinah Rodrigues, oggi “giovane” novantenne, che ha insegnato e ancora divulga questa tecnica in Canada, Nord Europa, India, Stati Uniti e quest’anno anche in Italia, ottenendo ottimi risultati.

In che cosa si differenzia dallo yoga tradizionale?

HYT ha effetti terapeutici, in particolare sul diabete e un basso livello ormonale. Possiamo dire che HYT e’ una tecnica olistica e di ringiovanimento che riattiva la produzione ormonale. L’ Hatha Yoga invece ha l’obiettivo di mantenere il corpo in salute e prevenire le malattie.

In che modo lo yoga ormonale modifica la produzione di ormoni da parte dell’organismo?

HYT è una sequenza dinamica, ogni esercizio mira a stimolare e riequilibrare la produzione ormonale mediante massaggio e/o riattivazione delle ghiandole e degli organi interessati a seconda se si lavora con le donne, con gli uomini o con soggetti diabetici .

Adotta tecniche in grado di eliminare lo stress, causa di abbassamento dei livelli ormonali.

Quali sono i benefici legati a una pratica costante di questa attività?

Gli effetti di qualsiasi pratica costante sono enormi.

Benefici di HYT:

  • nelle donne, aumenta la produzione ormonale, elimina le vampate, rinforza il benessere e la crescita di capelli, rende fertili, toglie l’insonnia e l’irritabilità, riequilibra l’emotività.
    Secondo i dati della ricerca che Dinah Rodrigues ha condotto con il supporto della UNIFESP, l’università federale di San Paolo, sulle donne che presentano disfunzioni, squilibri o sbalzi ormonali, sindrome pre-mestruale, ovaie policistiche, il livello degli ormoni torna alla normalità, estrogeno e progesterone si riequilibrano, le ovaie si riattivano e l’estradiolo aumenta fino al 254% in 4 mesi di pratica;
  • negli uomini, la HYT riattiva i testicoli e le ghiandole surrenali, aumenta il livello di testosterone fino a raggiungere quello di un uomo di 15 anni più giovane del soggetto ed elimina i sintomi del testosterone basso come la scarsa libido, la disfunzione erettile, l’eiaculazione precoce, l’irritabilità, l’insonnia, la perdita di capelli;
  • nei diabetici, riduce i livelli di zuccheri nel sangue, riattiva la circolazione, velocizza la guarigione, stimola l’attività renale, aiuta a migliorare la vista, riduce lo stress, aumenta la forza, la vitalità, la libido e la potenza.
A chi è particolarmente indicato? Solo alle donne o anche agli uomini?

Aiuta le persone di ogni sesso o età a risolvere problemi associati a squilibri ormonali e per i soggetti diabetici la pratica è adatta anche ai bambini.

La terapia dello yoga ormonale si basa sulla conoscenza e l’uso dello yoga per trattare problemi di salute e agisce su quattro livelli: fisico, fisiologico, psicologico ed energetico.

Da che età e fino a che età lo si può praticare? È sconsigliato a qualche categoria di persona?

È consigliata la pratica alle donne dopo i 35 anni e agli uomini dopo i 45 anni.

A tutte le donne e uomini con squilibri ormonali e per i diabetici la pratica e’ adatta anche ai bambini. HYT non può essere praticata dalle donne in gravidanza, con problemi di endometriosi grave, neoplasie causate da problemi ormonali e dalle donne e uomini con osteoporosi grave, recenti operazioni chirurgiche a carico dell’addome, dolori addominali di cause ignote.

2-3 descrizioni di semplici esercizi, spiegando gli effetti positivi di ciascuno
  1. Il gatto seduto: sedersi con la schiena eretta, allungare il collo e inarcare in avanti e indietro la spina dorsale. Non superare i propri limiti. Ripetere per 3 volte. Questa posizione serve per riattivare le ghiandole surrenali, i reni, il timo e il pancreas.
  2. Esercizio di respirazione calmante, molto facile e molto efficace: seduti con la schiena eretta, viso e braccia rilassate, le mani sulle ginocchia o sulle cosce con l’indice alla base del pollice, inspirare contando 1,2,3, espirare contando 1,2,3,4,5,6. Ripetere almeno 5 volte.
Quante lezioni alla settimana andrebbero seguite? Quanto dura una lezione?

La sequenza di esercizi, una volta appresa, si può praticare individualmente in meno di mezz’ora. Va praticata 4 volte a settimana.

Per apprendere la sequenza di esercizi e’ sufficiente partecipare ad seminario di 2 mezze giornate e se possibile seguire 6 lezioni di HYT di 90 minuti. Importante che l’insegnante sia certificta HYT.

Quante lezioni bisogna seguire per osservare i primi effetti positivi?

Caratteristica della terapia dello yoga ormonale è che dà risultati efficaci da subito sul benessere emotivo e fisico. Ridona vitalità e la sensazione di un nuovo sorriso, la pelle brilla!

Yoga Ormonale aiuta anche le donne che hanno questi sintomi:

  • Menopausa, menopausa prematura
  • PMS (sindrome premestruale)
  • Infertilità (causata da squilibrio ormonale o da da una circolazione del sangue bassa nell’area pelvica)
  • Policisti ovariche (sintomi: infertilità, acne, aumento di peso, irsutismo)
  • Perdita delle mestruazioni e dell’ovulazione
  • Cisti ovariche
  • Depressione, instabilità emotiva, disturbi della memoria (causati da bassi livelli di ormoni tiroidei)
  • Bassa libido
  • Secchezza vaginale
  • Osteoporosi (per osteopenia o osteoporosi non molto avanzata HYT è raccomandato)
  • Incontinenza
  • Ipotiroidismo
  • Perdita di capelli, unghie fragili, pelle secca e acne
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Insonnia, bassa energia, affaticamento

Casi studio

Di seguito sono riportati esempi di storie reali su come lo yoga ormonale ha cambiato positivamente la vita delle donne.
Dal libro di Dinah Rodriguez: Hormone Yoga Therapy.

Caso Studio 1 – Infertilità

28 anni F.U.L.Q. soffriva di ovaie policistiche sin dall’età di 16 anni. Ha avuto cicli irregolari e ha sofferto di stress e acne. Ha cercato una gravidanza per 5 anni senza successo. Entrambe le ovaie erano al di sotto del normale in termini di volume e l’ovaia sinistra aveva un gran numero di micro cisti. Alla fine decise di iniziare a usare lo yoga ormonale per un aiuto con i suoi sintomi. I suoi progressi sono stati i seguenti:

Mese 1 – Inizia la pratica yoga ormonale, 16 giorni al mese

Mese 2 – Livelli di estrogeni pari a 183 pg / ml, consistenza normale delle ovaie, mestruazioni regolari

Mese 7 – in dolce attesa

Caso Studio 2 – Emicrania

47 anni X.G.M. ha avvertito un significativo disagio nel suo periodo pre-menopausa.

Il suo livello di estrogeni era di 17,7 mg / ml e i suoi sintomi includevano irregolarità mestruali, emicrania, irritabilità, ansia, scarsa memoria, scarsa libido, dolori articolari, insonnia (indice di intensità dei sintomi di 18). Dopo l’inizio della pratica HYT, i suoi progressi sono stati i seguenti:

Mese 1 – Inizia la pratica HYT, 18 giorni al mese

Mese 9 -L’intensità dei sintomi diminuì da 18 a 7. Buona disposizione, vitalità, normale ciclo mestruale, intensità dell’angoscia, angoscia e palpitazioni diminuirono. Emicrania e insonnia sono scomparsi completamente

Mese 10 – Interrotto la pratica HYT per un mese: irregolarità delle mestruazioni, insonnia e irritabilità sono tornati.

Mese 13 – Ripresa la pratica: si sente bene e piena di vitalità, irritabilità zero, meno dolori articolari, migliore memoria e ragionamento, completa scomparsa di angoscia ed emicrania, aumento della libido normale, alcuni capelli bianchi hanno iniziato a crescere neri

Caso Studio 3 – Menopausa prematura

C.C. ha iniziato a manifestare sintomi della menopausa pre-matura all’età di 39 anni. Dopo 12 mesi senza mestruazioni, ha iniziato a sentirsi molto stressata, iperattiva, risentita e insoddisfatta. A causa di una predisposizione iperattiva, si è anche impegnata in un eccessivo esercizio fisico. I suoi livelli di estrogeni erano a 13,2 pg / ml. C.C. iniziato la terapia ormonale sostitutiva (farmacologica), ha avuto un ciclo, ma il livello di estrogeni è rimasto basso. In quel momento, i suoi sintomi potevano essere riassunti come segue: nessuna mestruazione, vampate di calore molto forti – intensità 3, emicrania (assunzione di farmaci) – 2, secchezza uro-genitale – 2, irritabilità-2.

C.C. poi ha deciso di provare a usare HYT per trattare i suoi sintomi, con i seguenti risultati:

Mese 1 – Fermata la sostituzione ormonale, ha iniziato l’HYT praticando 30 giorni al mese

Mese 2 – livello di estrogeni 79,0 pg / ml, mestruazioni senza farmaci, secchezza uro-genitale – 1, intensità di vampate di calore – 1

Il mese 3 – ha avuto una lunga fase di stress sul lavoro e il suo livello ormonale è sceso al livello iniziale di 13,6 pg / ml

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi